101Vetrine.it
Il sito utilizza anche cookie di tipo tecnico LEGGI INFORMATIVA PRIVACY

Moda e Gossip

Milano Unica. La sfida del tessile italiano

Si aprirà domani Milano Unica, kermesse del tessile italiano che si presenta ai nastri di partenza forte di 609 espositori e prevede circa 20 mila visitatori

609 espositori, tra cui 130 imprese internazionali, e oltre 20 mila visitatori previsti sono i primi numeri di Milano Unica, nuovo polo del tessile che con la manifestazione, in programma dal 13 al 16 settembre nei padiglioni del Portello di Fiera Milano, ha raggruppato quattro storici appuntamenti del tessile "Made in Italy" (Ideabiella, IdeaComo, Moda In e Shirt Avenue). La manifestazione, all'interno della quale saranno presentate le collezioni A/I 2006/2007, si propone come obiettivo primario quello di rappresentare un settore, quello dell'industria tessile italiana, che sviluppa un fatturato annuo pari a 8,8 miliardi di euro, ottenuto per oltre 2/3 sui mercati esteri e che rappresenta circa 1/4 del fatturato complessivo della filiera tessile/abbigliamento Made in Italy. Le singole manifestazioni resteranno indipendenti in modo da consentire ai visitatori di ritrovare in ciascuna di esse le peculiarità costruite nell'arco del tempo. "Arriviamo al traguardo di un obiettivo – dice Paolo Zegna, portavoce di Milano Unica - del quale da molto tempo si parlava: le attuali presidenze delle quattro manifestazioni lo hanno reso possibile in un tempo brevissimo, meno di un anno. Milano Unica è una pedina molto importante nell’azione in corso di rilancio del migliore tessile italiano, in un momento in cui c’è bisogno di restare uniti, e trasmettere messaggi chiari e forti ai mercati, per ribadire la nostra posizione di leadership in innovazione, creatività, qualità e servizio. Mai come in questo momento il settore tessile italiano ha sentito la necessità di coordinarsi per evidenziare meglio la sua immagine, le proprie caratteristiche, la sua forza e il suo ruolo di leadership nel mondo. Forza e credibilità sui mercati di tutto il mondo, questo l’obiettivo che Milano Unica si prefigge e che l’alta qualità delle produzioni italiane merita. E’ stato molto positivo – conclude Paolo Zegna - che le maggiori istituzioni regionali e statali, il Ministero delle Attività Produttive, l’Istituto per il Commercio Estero, la Regione Lombardia, il Comune e la Camera di Commercio di Milano abbiano supportato e dato importante sostegno alla realizzazione del progetto". Opinione condivisa anche da Silvio Albini, Presidente di Shirt Avenue, Max Dubini, Presidente di Moda In, Pier Luigi Loro Piana, Presidente di Ideabiella e Beppe Pisani, Presidente di IdeaComo che si presentano ai nastri di partenza del nuovo progetto coesi e convinti che l'unione attuata possa essere una chiave si svolta per un settore che, secondo i primi dati del 2005, sta vivendo una virtuale stabilizzazione dal punto di vista produttivo ma sta ancora soffrendo pesantemente dal punto di vista occupazionale. La fiducia è supportata anche dalla crescita del numero totale degli espositori (+18%) che occuperanno uno spazio di oltre 23 mila metri quadri.







Moda e Gossip




101Vetrine.it - Outlet Online - Copyright by GENOMEGA